Crostata tiramisù

Ed ecco un’ altra meraviglia a marchio Fables, io osservo, preparo e riferisco a voi con parole ed immagini mie!

Da subito sono stata conquistate dalle immagini di questa crostata nel loro blog e nel loro gruppo, ma ho fatto finta di ignorare soprattutto nel periodo del Contest dove fioccavano immagini bellissime ed invitanti…una breve lettura alla ricetta per rendermi conto che era troppo complessa da gestire nel periodo tumultuoso delle festività natalizie, ma son rimasta nell’angolino ad osservare.

Poi diciamolo non amo le sfide ed i Contest non mi sento mai all’altezza, non ho uno spirito concorrenziale e poi le cose le posso fare solo se ho la giusta ispirazione altrimenti non sufficientemente motivata mi ammoscio!! quindi niente Contest, ma le  foto e la ricetta che ogni tanto rileggevo scuotendo la testa son diventate un pò una piacevole ossessione…e poi non potevo preparala senza motivo, io preparo sempre e solo se serve o se ho il piacere di preparare per gli amici!

E finalmente le feste son finite, l’ordine è tornato, le partenze, sempre tante, diradate e l’invito giusto è arrivato…che prepara il dolce ? io io io!!! se non. lo faccio in queste occasioni quando se no??

Subito afferro col pc e ri- ri- ri leggo la ricetta ed opto per qualcosa di più semplice e vado a fare la spesa , ma caso vuole che mi son ritrovata con una confezione di mascarpone in mano …destino? caso? coincidenza?? naaaaa io DEVO fare queso dolce e poi a dolce pronto sapete che vi dico ? che è più lungo da leggere che da fare, più spaventoso nella lungaggine della spiegazione che all’atto pratico …basta semplicemente un poco di organizzazione e veramente non è un’impresa difficile, tutti altro.

Io anziché rimandarvi al loro blog , ma è giusto che diate uno sguardo anche li, semplifico nel mio articolo passaggi e descrizioni, mi accorgo che certi risvolti estetici tutto sommato non hanno senso, come preparare il savoiardo con sac a poche, poi come inserto non si noterà la differenza, ma si nota in termini di tempo e confusione in più.

La” frolla” preparata nel pomeriggio, formata la sera e poi frigo  pronta all’uso.

“Savoiardo” preparato dopo la frolla, sigillato e pronto all’uso per l’indomani.

Idem il caffè…insomma non c’è bisogno di un treno a vapore, basta scandire i momenti per non trovarci sopraffatti ed ansimanti .Quindi organizzazione, buona volontà e poi tanta tanta soddisfazione e bontà!!

Nell’articolo vi spiego tutto, il reportage fotografico dei vari step è molto casalingo e fotografato male, ma abbastanza esemplificativo nei punti salienti.

La dose che indico nella spiegazione è per una teglia da 26 cm quindi una dose e mezza rispetto all’originale

 

Spero la ricetta vi piaccia nei modi in cui viene descritta e vorrei vedere tante , ma tante crostate tiramisù!!

Print Recipe
Crostata tiramisù
Tanta crema tiramisù con uova pastorizzate ed un inserto di morbido biscotto savoiardo al caffè ...devo raccontare ancora per convincerVi a provarla?
Tempo di preparazione 4 ore
Tempo di cottura 15 minuti
Tempo Passivo 12 ore
Porzioni
10 persone
Ingredienti
Ingredienti FROLLA SABLE'
Ingredienti BISCOTTO SAVOIARDO
BAGNA AL CAFFE'
Tempo di preparazione 4 ore
Tempo di cottura 15 minuti
Tempo Passivo 12 ore
Porzioni
10 persone
Ingredienti
Ingredienti FROLLA SABLE'
Ingredienti BISCOTTO SAVOIARDO
BAGNA AL CAFFE'
Istruzioni
PREPARAZIONE FROLLA SABLE'
  1. TEGLIA CON CERCHIO A CERNIERA DA 26 CM
  2. Inserire in planetaria con la foglia il burro freddo a pezzettini con le farine setacciate e lavorare velocemente "sabbiando"il composto che deve avere l'aspetto di sabbia bagnata.
  3. Unire lo zucchero a velo ed i semi della vaniglia
  4. Unire man mano i tuorli ed il pizzico di sale fino a che il composto non prende consistenza, non lavorare oltre
  5. Prelevare il composto rifinire e formare un. panetto che coperto da pellicola conserveremo in frigo per qualche ora.
  6. Stendere tra due fogli di carta forno leggermente spolverati di farina la frolla a 3 mm .L'uso e l'aiuto degli spessori per frolla faranno si che la stesa sia perfetta e di conseguenza otterremmo una cottura omogenea.
  7. Creare un cerchio da 26 cm poggiando sopra la base della teglia . Creare i bordi da 6 cm facendo aderire alla teglia IMBURRATA e facendoli scendere di un cm sulla base sigillando. Bucherellare base e bordi e lasciare in frigo per la notte
  8. Rivertsire con carta forno e riempire di sale grosso fino ai bordi in modo che in cottura non cedano. -Infornare per 15 minuti a 175°C ventilato. -Togliere il sale e la carta e proseguire la cottura per altri 10 minuti con forno ventilato a fessura .Basterà inserire il manico di un cucchiaio tra il forno e lo sportello.
PREPARAZIONE BISCOTTO SAVOIARDO
  1. TEGLIA CON CERCHIO A CERNIERA DA 28 CM
  2. Montare in planetaria gli albumi a neve ben ferma con i 40 g di zucchero e mettere da parte in una ciotola per pochi minuti.
  3. Inserire in planetaria i tuorli e montare con i 45 g di zucchero.
  4. Dopo aver ottenuto una montata gonfia e soffice unire 1/3 delle farine setacciate con 1/3 degli albumi mescolando con una spatola larga. Ripetere questa operazione altre due volte i amalgamando il tutto, assicurandoci che mescolando non rimangano grumi.
  5. Versare il composto in una teglia di un cm più grande della teglia della crostata, spolverare con zucchero semolato e zucchero a velo ed infornare a 220°C in forno preriscaldato per 10 nìminuti lasciando il forno chiuso a fessura, inserire cioè anche solo un cucchiai tra il forno ed il vetro.
  6. Sfornare freddo e ritagliare poggiando sopra un piatto, per tenere la circonferenza, di un cm più piccolo della crostata.
Preparazione CREMA TIRAMISU'
  1. Lasciare in ammollo i fogli di gelatina in acqua fredda
  2. In planetaria con la frusta montare i tuorli con lo zucchero ed i semi di vaniglia
  3. Mentre i tuorli montano riscaldare l'acqua con lo zucchero portando a 121° C, importante l'uso del termometro per alimenti, se proprio sprovvisti dal momento in cui comincia il bollore contare 2 minuti e poi versare a filo aderente alla pareti della ciotola lo sciroppo bollente.
  4. Non lo versate a caso sulle fruste rischiate di scottarvi con schizzi bollenti
  5. Continuare a montare fino ad ottenere una crema soffice e gonfia.
  6. Quanto la montata sarà intiepidita unire la gelatina ben strizzata e continuare a montare.
  7. Unire in ultimo il mascarpone che deve essere stato a temperatura ambiente per almeno 2 ore ed ammorbidito. Inserire con velocità minima proprio i primi istanti poi proseguire con una spatola larga pescando bene dal fondo ed amalgamare nìbene e lentamente il tutto senza fare smontare il composto.
Preparazione BAGNA AL CAFFE
  1. Preparare i 150 g di caffè un bel pò di tempo prima, unire lo zucchero e far completamente raffreddare. La ricetta originale non lo prevede ma io ritengo che 130 di caffè e 20 g di marsala diano qualcosa in più!
ASSEMBLAGGIO CROSTATA
  1. Poggiare la frolla nel piatto da portata.
  2. inserire con sac a poche o semplicemente a cucchiaiate 1/3 della crema.
  3. Su un piatto bagnare il biscotto savoiardo che avremo tagliato ad un cm dal bordo , con la bagna al caffè da entrambi i lati e poggiare al centro.
  4. Versare 1/3 della crema e livellare. La crema deve arrivare al bordo.
  5. Inserire la restante crema in sac a poche e decorare con ciuffi concentrici la crostata.
  6. Spolverare con cacao amaro e conservare in frigo.
  7. Preferibile prepararla un giorno prima di servire in modo che acquisti aroma e sapore.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *