FRITTELLE ALL’ UVETTA

Non so se succede anche a voi, ma se il mio partner, che generalmente non cucina e sembra lo straniero che ospito in casa , mi dice ha voglia di frittelle con l’uvetta come quelle che faceva sua madre…ebbene un brivido percorre la mia schiena e mentre dice questo mentre pranziamo, seduti a tavola con la cucina pulita ed in ordine, già immagino scenari apocalittici dove lui comincia a lavare le mani gocciolando  sul pavimento alla ricerca dello strofinaccio, lui che non trova mai e dico MAI nulla alla ricerca di farina, uova, lievito, e già immagino nubi di farina che cade su quell’acqua sul pavimento , già immagino mille domande sulle farine adatte perché in questa casa ci sono più farine che giorni dell’anno….immagino la ricerca dell’uvetta mentre sposta decine di barattoli, immagino albume colante sui buffet mentre trascina al volo le uova che rompe  a sinistra per poi metterle nella ciotola a destra….ma moooolto a destra mentre il filo calante passa su tutto il tragitto, o me che disperatamente cerco di prevedere le sue mosse e mi butto su tutto prima che arrivi lui con le sue manine e modi poco delicati….

Sollevo lo sguardo dal piatto, conto fino a dieci per non dover urlare NOOOOOO e serafica e sorridente dico “amore posso farti provare una ricetta mia, anziché sempre la solita? poi le tue devono lievitare, tu devi andare a lavorare, io devo uscire, il cane deve uscire, il figlio deve uscire, chi guarderà mai questo impasto lungo?? non so come potremmo organzarci per le TUE frittelle, ti faccio intanto le mie!!!

E prima ancora che mangi l’ultimo spicchio d’arancia mi fiondo sugli ingredienti pensando a frittelle semplici semplici, che non richiedono tempi di lievitazione e soprattutto che si sporchino scodelle, planetaria e quant altro, ho altri progetti per oggi ed andando a memoria e facendo un sunto di varie ricette lette e che mi frullano in testa in men che non si dica le frittelle sono pronte…tutto sotto controllo una ciotola…una friggitrice, distraggo il marito impegnandolo in una ricerca su google per mio conto ed appena si alza  soddisfatto d’aver trovato quello che cerco le frittelle sono pronte.

Cos’è stato? un colpo di bacchetta magica o di disperazione??

Allora amore come sono??? e che dire …tanto c’è voluto a farle ancor meno a mangiarle…e le frittelle di mammà possono aspettare spero il prossimo carnevale!!

Provatele, provatele, provatele e poi fatemi sapere!!

Print Recipe
Frittelle all'uvetta
Carnevale sinonimo di fritti e frittelle e queste sono frittelle facilissime da preparare, senza sporcare nulla se non una ciotola e soprattutto immediate nell'esecuzione, non necessitano deii tempi lunghi della lievitazione...in una parola, anzi due ... desiderio e le frittelle!!
Tempo di preparazione 5 minuti
Tempo di cottura 3 minuti
Tempo Passivo 30 minuti
Porzioni
10 persone
Tempo di preparazione 5 minuti
Tempo di cottura 3 minuti
Tempo Passivo 30 minuti
Porzioni
10 persone
Istruzioni
  1. Battere le uova con il latte e lo zucchero,unire la buccia di limone grattugiata, il pizzico di sale, la vaniglia.
  2. Unire la farina setacciata con il lievito.
  3. Unire l'uvetta ammollata con acqua e Cointreau per almeno 30 minuti. Ben scolata ed asciutta.
  4. Amalgamare bene e far riposare in frigo 15 minuti.
  5. Portare l'olio per friggere a 170° e far cadere un cucchiaino colmo di impasto spingendo semplicemente con un dito o con un altro cucchiaino.
  6. Rigirare fino a quando non avranno uh bel colore dorato.
  7. Far assorbire, su carta assorbente l'olio in eccesso e poi rotolare nello zucchero.
  8. Servire calde, appena fritte!

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *